Cambiamo

 
ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2019
Appello ai candidati Sindaci
per trasformare Pavia
in un modello europeo
di città sostenibile

 

Noi sottoscritti, cittadini pavesi, impegnati nel campo delle scienze, delle professioni, della cultura e del volontariato, diversi per storia personale ed orientamento politico, rivolgiamo un Appello a tutti i candidati Sindaci ed alle forze politiche e civiche che li sostengono, affinchè nel prossimo governo della cittą di Pavia, prevalga un generoso spirito di cooperazione per il bene comune e per il diritto al futuro delle nuove generazioni.

Intendiamo con questo Appello esprimere piena condivisione alle istanze di milioni di adolescenti e ragazzi che nel mondo stanno chiedendo a gran voce che si affermino i principi della giustizia climatica e sostenibilità ambientale, passando finalmente dalle parole ai fatti, nella convinzione - manifestata da tempo dalla comunità scientifica, non meno che dalle più alte autorità spirituali del pianeta - che occorre agire adesso, nel momento prezioso in cui esiste ancora un margine di manovra, se vogliamo recuperare il rapporto tra la nostra specie e l'integrità dell'ambiente che ci ospita e ci sostiene.

Noi sottoscritti siamo consapevoli dell'urgenza e drammaticità della crisi ecologica, del procedere del cambiamento climatico, della perdita di biodiversità e dell'estinzione di massa di specie viventi, che ci impongono di adottare strategie completamente nuove, coraggiose e condivise, capaci di rispondere ad una situazione che non ha paragoni nè precedenti in tutta la storia dell'umanità.

Pertanto, facciamo appello a tutti i candidati Sindaci, affinchè, in qualsiasi ruolo si trovino nel nuovo governo della città, si impegnino congiuntamente, anche facendosi forza delle proprie relazioni a livello ragionale, nazionale ed europeo, per tradurre in concrete politiche locali gli obiettivi contenuti nel documento Pavia: modello europeo di città sostenibile [Temi affrontati nel documento: decarbonizzazione; transizione alle energie rinnovabili; efficentamento energetico; mobilità sostenibile e intelligente; edilizia e governo del territorio; verde urbano e bosco sociale; alimentazione sostenibile; dismissione delle plastiche; economia circolare; formazione, informazione, disseminazione; progettazione e risorse economiche; stili di vita].

Le proposte avanzate, condivise dal movimento Friday For Future Pavia, definiscono un obiettivo primario: nei prossimi 5/10 anni, la città di Pavia deve saper sviluppare la visione di una comunità che vuole affermarsi come eccellenza della sostenibilità, ispirandosi ad altre città che hanno aperto la strada a esperienze virtuose ed efficaci, e nutrendo i migliori talenti che fioriscono sul nostro territorio nel segno dell'innovazione sostenibile.

Il mondo di oggi à un insieme di città. Nei prossimi dieci anni il 70% della popolazione mondiale vivrà in insediamenti urbani. Sempre di più le comunitą cittadine condizionano i processi dell'economia e della politica, generano modelli e tendenze, orientano i valori sociali e culturali. Se le città cambiano e si rinnovano, diventando protagoniste dello sviluppo sostenibile, tutto il mondo cambierà.

La nostra Pavia, per le sue specificità urbanistiche e ambientali, per la sua dimensione, composizione sociale e collocazione geografica, per le sue eccellenze accademiche, culturali, sociali, sanitarie, possiede tutte le caratteristiche per diventare un modello europeo di città sostenibile, anzichè restare tristemente uno dei luoghi più inquinati d'Italia.
Tale conversione potrà inoltre essere il motore di nuove ed importanti opportunità professionali e lavorative, nuovi stimoli alla ricerca scientifica e all'innovazione sociale, nuove possibilità di aggiungere vivibilità e sostenibilità alla bellezza che la lunga storia della nostra città ci ha tramandato.

Noi sottoscritti rivolgiamo questo appello anche a tutti i cittadini poichè non è possibile vincere tale sfida epocale se le decisioni politiche non saranno condivise dalle scelte e dai comportamenti personali e collettivi, promuovendo e praticando i cambiamenti di stili di vita, di consumo, di mobilità e relazione che l'attuale momento storico ci impone.

Pertanto invitiamo tutti i candidati Sindaci ad impegnarsi formalmente per conseguire gli obiettivi indicati nel documento citato ed a garantire congiuntamente, ogni 4 mesi di governo della città, un incontro pubblico con i referenti indicati dal movimento Fridays For Future, al fine di monitorare e verificare i risultati progressivamente conseguiti.

Occorre agire ora, liberandosi dalla falsa convinzione che tutto possa risolversi senza operare profondi cambiamenti in noi stessi, nella società e nella politica.
Occorre agire ora perchè tale speranza di vita e di giustizia sia veramente realizzata e non consumata, forse per sempre.

Cliccare qui per visionare il programma
"Pavia: modello europeo di città sostenibile"

  Cliccare qui per visionare il documento contenente le  
  FIRME DI ADESIONE DEI CANDIDATI SINDACI  

Firme dei sottoscrittori:

Marianna Bertotti, studentessa; Mimmo Damiani, europrogettista; Marco Bollani, dirigente imprese sociali; Don Franco Tassone, sacerdote; Marta Ghezzi, già dirigente comunale; Mons. Gianfranco Poma, biblista; Rita Vitali, già presidente Unicef PV; Costantino Leanti, animatore culturale; Gianandrea Nicolai, ingegnere; Carmen Silva, animatrice interculturale; Gianni Vaggi, dir. master cooperazione allo sviluppo; Flavio Antonio Ceravolo, prof. universitario; Claudio Bellinzona, imprenditore; Paolo Ferloni, prof. universitario; Alberto Henin, già preside; Carla Torselli, pres. fond. genitori per autismo; Pietro Previtali, prof. universitario; Luis Alberto Orellana, già senatore della repubblica; Marco Galandra, ingegnere e già assessore; Luigi Furini, giornalista; Milena D'Imperio, dirigente e già assessore; Marco Lodola, artista; Giovanni Giovannetti, editore; Agatino Condorelli, generale; Graziano Perotti, fotografo; Angelo Zorzoli, cooperante e già assessore; Giorgio Montolivo, copywriter; Damiano Grassi, esperto energie; Giovanna Vanelli, ambientalista; Cristina Niutta, avvocato e già assessore; Guido Tronconi, musicista; Giorgio Germani, avvocato; Teresio Fasani, architetto; Alaa Nasser, già segretario rif. comunista PV; Paola Lecardi, educatrice ambientale; Fulvio Avantaggiato, medico; Gianni Magnini, chef manager; Roberta Cesana, prof.ssa universitaria; Walter Minella, insegnante e già assessore; Marta Germani, publisher; Cristina Roncarolo, insegnante; Chiara Zaietta, insegnante; Federico Poni, artista; Andrea Michielon, esperto comunicazione; Marisa Maggi, già maestra elementare; Paolo Colucci, pres. fed. amici bicicletta PV; Andrea Damiani, dirigente coop. sociali; Alessandro Carvani Minetti, atleta paraolimpico; Giuliano Ruffinazzi, assicuratore e già assessore; Maria Cristina Bruzzo, pres. banca tempo PV; Ilario Lazzari, dirigente sportivo; Marco Moraca, psicologo; Massimo Perotti, agricoltore bio; Pierpaolo Ciancio, commerciante; Mirna Imamovic', carrer counselor; Eugenio Lombardi, formatore; Edoardo Gandini, avvocato; Matteo Colucci, studente; Federica Trentani, consulente filosofico; Mario Parisio Perrotti, educatore; Ada Damiani, studentessa; Chiara Terzoli, infermiera; Massimo Boari, geometra; Giovanni Boffadossi, operatore di strada; Giuseppe Esposito, progettista; Antonina Di Vincenzo, educatrice; Giovanni Vescovi, antropologo; Luca Ponzinibio, studente; Erika Donato, commerciante; Paolo Fornelli Grasso, esperto grafica; Maurizio Schiavo, musicista; Gioacchino Garofoli, prof. universitario; Grazia Protti, insegnante; Filippo Biffignandi, medico; Roberto Traverso, autore di teatro e cinema; Alessandro Baciocchi, club vogatori PV; Lia Rotolo, già bibliotecaria; Carlo Arnoldi, pres. familiari piazza fontana; Graziella Rotolo, medico; Francesca Nicola, antropologa; Cristina Cantino, insegnante; Maria Di Salvo, già prof. universitario; Elena Folli, dirigente scolastico; Fabrizio Garlaschelli, insegnante; Mariarosa Delliani, impiegata; Aurora Marzo, studentessa; Barbara Guglielmana, medico; Stefanie Williams, studentessa; Franco Rossi, operaio; Federico Bollati, ingegnere; Angela Scariato, fisioterapista; Francesca Cataudella, avvocato; Francesco Cicciarella, funzionario; Angelo Rotundo, studente; Tiziana Alti, funzionaria; Ana Bilan, cuoca; Roberto Rossi, ingegnere; Luciano Cremonesi, delegato coni PV; Laura Corbella, casalinga; Paolo Montagna, docente universitario; Giuliana Gori, insegnante; Francesca Gallone, insegnante; Deni Kukavica, studente; Gabriele Porrati; Milli Protti; Giulia Zingali; Andriana Loredan; Camilla De Luca; Simone Ficicchia; Eugenio Pacileo; Jacopo Zecchetti; Elena Emmanueli; Lucia Van Antwerpen; Marcus Coste Pascuta Iosif; Luciano Cremonesi; Giovanna Ciceri; Vittorio Colonna; Vittoria Colonna; Francesca Colonna; Noemi Dragoni; Mario De Martino; Alberto Pellegrini; Claudia Monaco; Lucia Dorigo; Maurizio Protti; Lucrezia Protti; Alessandro Protti; Silvana Boldini; Paola Poli; Giovanna Corchia; Martina Draghi; Riccardo Spairani; Ottavio Giulio Rizzo; Rosa Fanchini; Paola Gastoni; Silvia Quatrini; Marco Missaglia; Paola Raschini; Paola Salvini; Giorgio Mussi; Paolo Gnecchi; Maria Grazia Prigione; Pietro Zaietta; Lucia Zaietta; Claudio Bigio; Luca Meregalli; Francesco Meregalli; Carlotta Meregalli; Licia Belloni; Roberta Andreoli; Piera Pisanu; Raffaella Guglielmann; I Circoli della Legambiente Provincia di Pavia; Veronica Bianco; Donatella Lotzniker; Valentina Argentieri; Maura Cognigni; Maria Ricciardi; Claudia Aleati; Maria Teresa Luterani; Michele Frigerio; Antonella Campagna; Maria Piccio; Giuseppe Martini; Larisa Isolde Boom; Alessandra Cuzzola; Silvia Pelizza; Klodiana Duka; Raffaele Iodice; Maria Borgogno; Stefano Paternolli; Giovanna Migliora; Anna Grignani;

Per aderire all'appello, inviare una mail
con il proprio nominativo all'indirizzo
email

Le sottoscrizioni sono aperte
fino al 30 settembre 2019

Cliccare qui per scaricare l'appello in formato .pdf

Cliccare qui per scaricare il programma in formato .pdf

 
 

email